Profumo di primavera: Papries e la collezione Firenze

Profumo di primavera: Papries e la collezione Firenze

La primavera è la stagione del risveglio e della natura: questa ritorna prorompente con una vera e propria esplosione di colori e profumi grazie ai fiori appena sbocciati.

Stimolati dai primi tepori dopo il freddo invernale, la voglia di uscire e di stare all’aria aperta si è fatta sempre più viva: per una passeggiata in campagna o un weekend fuori porta, la primavera si dimostra essere la stagione perfetta per riunirci con la natura.

Tutto questo movimento, tra i fiori che sbocciano, il ritorno degli uccellini e del loro cinguettio, la neve che si scioglie sulle montagne e le giornate che si allungano grazie alla luce solare, ha stimolato anche la nostra creatività: ecco perché abbiamo messo in moto mani, mente e cuore per trasferire il valore artigianale nelle nostre nuove creazioni.

Finalmente infatti noi di Papries siamo tornati nei nostri amati prati per cogliere un po’ di quella magia primaverile che aleggia nell’aria. Qui abbiamo ritrovato Serena, la Donna di Fiori, che ci ha guidato tra ortensie, fiordalisi, peonie, roselline selvatiche, margherite, aglio orsino e finocchio selvatico.

Accompagnata poi nel suo laboratorio, abbiamo scoperto che, da brava accumulatrice e conservatrice di ogni cosa bella, ha riposto in uno speciale archivio floreale tutti i fiori essiccati da lei nel tempo. Perché riporli qui? Per non sprecare i fiori invenduti o rovinati e ormai appassiti, o forse solo per il piacere di farlo.

Nasce e rinasce qui l’idea per la nostra nuova collezione primaverile: malgrado la standardizzazione data dal nostro e-commerce come linea guida per proporvi i nostri prodotti, abbiamo voluto creare un progetto di “slow design”.

Creando una sinergia positiva tra i fiori essiccati e i nostri prodotti, abbiamo dato vita ad una collezione composta da pezzi unici, come i fiori che la compongono.

Questa nuova collezione si chiama Firenze, amata città italiana il cui nome proviene dal latino “flo, floris“, che significa appunto “fiore, fiori”.

Resa la loro bellezza eterna, li abbiamo considerati la grafica giusta per un matrimonio che si vuole circondare di primavera e che vuole sottolineare la magia del silenzio e del donare sé stessi agli altri senza chiedere mai nulla in cambio. 

Chi riesce a cogliere l’avanguardia di questa proposta, ci immaginerà sicuramente mentre selezioniamo le combinazioni di fiori secchi per ogni singolo pezzo e troviamo il modo migliore di combinarli: saranno per questo diversi per colore e forme in ogni prodotto; un lavoro che richiede molta pazienza, ma soprattutto poesia.

Il font che abbiamo scelto per sottolineare questa armonia è il Baskerville: graziato e dal portamento elegante e senza tempo, ha saputo scrivere una parte di storia della tipografia. Perfetto anche per per bilanciare e stemperate la modernità e la leggerezza del font primario, il Signaton. Un corsivo callligrafico molto irregolare e super moderno, che annuncio l’arrivo di novità, dell’inizio di una nuova stagione di vita.

Naturalmente per questioni praticità, questa collezione disporrà di un numero di prodotti inferiore rispetto alle altre, ma non per questo comunicherà meno: la loro unicità e artigianalità renderà ogni pezzo esclusivo e irripetibile.

Buon inizio primavera, da Papries.