Papries on tour: matrimonio sulla Costa Viola

Papries on tour: matrimonio sulla Costa Viola

In questa parte finale della punta dello stivale italiano, la costa rivela sorprese inaspettate con sabbia, ghiaia e roccia che si alternano, lambite da un mare aperto e profondo. La zona denominata “Costa Viola” deve il suo nome al colore che le acque marine assumono in particolari ore del giorno: proviene infatti da una descrizione che ne aveva fatto Platone nel IV secolo.

Ogni cosa si tinge con le diverse tonalità del colore viola, dando vita ogni sera, con i suoi spettacolari riflessi, ad una visione sempre nuova.

 

Qui sono comprese il tratto di costa calabrese immediatamente a nord di Reggio Calabria, comprendente i comuni di Bagnara Calabra, Villa San Giovanni, Palmi, Scilla e Seminara.

La sua gemma più preziosa è di certo Scilla, il cui nome evoca miti e leggende, da Ulisse a Dante Alighieri. Con il suo castello unico arroccato sul promontorio e le sue case colorate che si affacciano sullo Stretto, è stato riconosciuto come uno dei borghi più caratteristici d’Italia.

Particolarmente romantica è la Chianalea, la parte più antica di Scilla, dove piccoli vicoli separano le case costruite direttamente sugli scogli e le coppie di innamorati si lasciano facilmente ispirare dalle sue suggestioni: non è un caso che sia anche conosciuta come la Venezia del Sud. 

La Costa Viola è sinonimo di splendidi panorami sulle Isole Eolie e sulla costa siciliana, la cui atmosfera è incantevole e colma di opposizioni: l’acqua cristallina del mare contrasta incredibilmente con le cime delle montagne dell’Aspromonte.

La “perla del Tirreno” è stata a lungo invidiata per la sua posizione e il suo fascino, fin dai tempi di Ulisse, attirato in queste terra dal canto delle sirene che abitavano nelle caverne sotterranee.

Ora viene invece invidiata da tutti coloro che vorrebbero sposarsi in questo splendido scenario.

Noi di Papries abbiamo dedicato questa collezione di partecipazioni, inviti e coordinati grafici per matrimonio a questa magnifica meraviglia italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *