L’amore per la natura dimenticata dall’inverno

L’amore per la natura dimenticata dall’inverno

L’inverno è una stagione di preparazione: l’ambiente inizia infatti ad abbandonare lo scheletro di quello che ha costruito nell’anno precedente per fare spazio a quello che arriverà in primavera.

Secca, fragile e non regolare, la natura in questo periodo sembra addormentata, ma ci insegna come si fa ad affrontare le importanti transizioni: anche prima del matrimonio, infatti, bisogna esser pronti ad abbandonare le vecchie vesti per rinascere e iniziare a vivere una nuova vita in un nuovo nucleo familiare.

Ciò che resta costante è il sentimento che rispetta gli stessi canoni naturali: l’amore stesso è una giuramento delicato, che promette con forza e fermezza di fiorire.

Questo periodo si tinge quindi di colori beige desaturi e secchi che si alternano con il bianco della neve fresca. Gli stessi suoi fiocchi rappresentano la fragilità ma, una volta uniti, riescono a formare qualcosa di davvero compatto e solido.

Ora ti raccontiamo come abbiamo personalizzato Papries per celebrare l’inverno a modo nostro, e come abbiamo deciso di addobbare la nostra tavola per fornirti qualche spunto in più per gli allestimenti del tuo matrimonio.

GLI ELEMENTI DECORATIVI  

Abbiamo chiamato questa nuova collezione Papries “Civita di Bagnoregio“, dedicandola alla “città che muore”. Ispirandoci a questa cittadina, abbiamo raccolto elementi invernali tipici del paesaggio della campagna laziale: steli, frutti, semi e fiori, ormai essiccati, che creano uno scenario caratterizzato da toni tenui e desaturati che richiamano la valle dei calanchi.

La connessione profonda tra ambiente e cittadina è costituita dalla fragilità. Le mura frastagliate del borgo, che verranno richiamate poi dalla composizione stessa della carta della collezione Papries, ricordano con malinconia la natura precaria di questo luogo, che potrebbe presto vedere la sua scomparsa.

Una bellezza che si fa portatrice di valori che si respiravano in altri tempi, dove tutto nel suo essere temporaneo e irripetibile era unico.

Il borgo stesso ha un’atmosfera familiare che sembra ferma nel passato, con le sue strette vie su cui si affacciano finestre agghindate di fiori.

Unico come anche il ponte, l’unica via che consente l’accesso fino al centro della cittadina. Questo diventa la metafora dell’unica via che ci consente di arrivare al cuore dell’amato e dell’amata, l’amore.

PAPRIES: LA NATURA DIMENTICATA.

Per noi di Papries, il matrimonio è la fine di un percorso e l’inizio di un altro nuovo ed entusiasmante. Un momento di transizione che viene perfettamente rappresentato dalla natura invernale, che dorme in una veste asciutta e secca, in attesa di rifiorire.

In questa collezione abbiamo cercato di cogliere l’eleganza della fragilità, in tutti i suoi aspetti e percezioni. Nelle forme, nella materia e nei colori.

Testo e grafica sono stati infatti catturati sotto il filtro dell’inverno in sfumature scariche di colore. 

Gli elementi grafici sono disegnati a mano con un pennino a china nero dal tratto sottile: monocromatiche linee che richiamano piccoli mazzi di fiori e piante, coroncine e ramoscelli.

Coerente con questa visione minimal anche il font principale calligrafico, che ricorda lo stile di un testo scritto a mano.

Come introdotto precedentemente, la collezione che richiama la bellezza malinconica di Civita di Bagnoregio. In particolare, il bordo della carta di questa collezione richiama le irregolarità delle mura della cittadina, soggette a corrosione da parte del vento e della pioggia.

La collezione è stata infatti realizzata su carta Gmund, tagliata a mano con amore per rendere i bordi di ogni elemento frastagliati e il prodotto unico. Questa tecnica, utilizzata e apprezzata da qualche anno, si prospetta che nel 2019 diventerà uno dei dettagli più alla moda del matrimonio.

Elegantissima e perfetta, la collezione si tinge di tonalità delicate, anch’esse assopite come il bosco invernale.

L’amore viene curato nei dettagli da Papries. Guardatelo voi stessi nel video del backstage!